Mi chiamo Andrea e ho 15 anni, gioco da 7 anni a calcio, e ormai sono abituato a sentire mio papà che fa il tifo per me urlando insieme agl’altri genitori, ma noto che i genitori, quando giocano i figli, non tifano per la squadra, ma solo per i propri figli; il che mi fa pensare, che i genitori vogliano mostrare quanto il proprio figlio giochi bene in campo.
Quando sono nel campo sportivo, mio papà mi dice di tirare, passare la palla ecc…, mi dice cosa fare e non mi piace che mi dia ordini, perché me li dà già l’allenatore e infine mi confondo perché non so cosa fare.
Una volta eravamo contro una squadra scarsa, stavamo vincendo, poi un genitore ha insultato un ragazzo, e nelle panchine c’erano i genitori della squadra avversaria che lo hanno sentito dire quell’insulto, quindi il genitore della squadra avversaria li ha tirato un pugno, ma alla fine dopo un po’ di tempo hanno fatto pace.
Secondo me i genitori urlano al figlio per farsi vedere di essere fieri di loro, quindi dovrebbero contenersi un po’ di più.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account