Il problema del comportamento degli spettatori negli stadi, persiste da tantissimo tempo. Spesso il gruppo di tifosi che adotta dei comportamenti eccessivi e molto accesi viene definito come ultra’. Nelle serie maggiori gli ultra spesso compiono azioni molto violente non solo all’interno dello stadio ma anche all’esterno, dandosi spesso anche appuntamenti tra tifoserie. Nelle serie minori, dove non esistono veri e propri ultra’, Spesso sono i genitori dei protagonisti in campo, che svolgono delle azioni poco corrette, infatti non sono nuove le notizie che parlano di liti tra genitori negli spalti. Alcune volte come già successo, i ragazzi sono costretti a interrompere la partita, in quanto non accettano il comportamento Dei loro genitori. Secondo me questi gesti, non si devono compiere, perché prima di tutto i genitori devono dare l’esempio ai loro figli, poi perché lo sport non è un’occasione per litigare, ma una possibilità per sfogarsi e divertirsi sia dentro che fuori dal campo. Detto questo, Se mio padre dovesse litigare con qualcuno sugli spalti mentre io sto giocando, non sarei certamente felice ma mi arrabbierei molto con lui per il comportamento che ha adottato, facendogli capire che, tale atteggiamenti, non portano altro che alla morte dello sport e alla diseducazione dei ragazzi.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account