E’ sempre bello vedere i propri genitori che durante gli eventi sportivi a cui partecipano i loro figli facciano il tifo, è una cosa naturale e anche affettuosa, chi non lo farebbe? Tuttavia accade spesso che i papà esagerino con il tifo e, mentre il figlio si diverte, si interessino di più alla vittoria che alla felicità del figlio. Ebbene sì, si pensa che i genitori non incitino il figlio a non rispettare le regole pur di vincere, a disinteressarsi se, per sbaglio, hanno urtato l’avversario che è caduto a terra e si è fatto male, eppure accade, e anche più spesso di quanto pensiamo. Ma i genitori non dovrebbero essere coloro che danno l’esempio, che insegnano ai figli che l’importante è partecipare e divertirsi, che bisogna dare il meglio di sé rispettando le regole e gli altri? Dovrebbe essere così, ma spesso i ruoli si invertono e sono i ragazzi a capire cosa fare in tali situazioni e a decidere di sospendere la partita, facendo così capire ai genitori di avere rovinato loro il momento che tanto aspettavano, il momento per il quale si erano allenati tanto. Se posso dirlo, è una fortuna, in questi casi, che i figli sappiano gestire la situazione, e spesso ciò accade grazie allo sport, che è capace di insegnare tante cose, ma quando l’inversione dei ruoli non avviene, cosa si fa? Come si fa capire ai figli ciò che è giusto e ciò che non lo è, se non lo sanno nemmeno i genitori? Ritengo che ciò sia molto grave; è comprensibile quanto sia emozionante vedere vincere il proprio figlio ma credo che lo sia ancor di più vederlo giocare nel rispetto delle regole. Grazie all’educazione che ho ricevuto, se i miei genitori litigassero con gli altri, penso che mi infastidirei molto perché avrebbero dato l’impressione di essere maleducati, perché non mi avrebbero trasmesso il giusto comportamento e perché avrebbero rovinato la bella giornata che avrebbe dovuto essere. Personalmente, sarebbe per me più gratificante sentirmi dire dai miei genitori che ho dato del mio meglio e che l’importante è che abbia giocato nel rispetto delle regole, piuttosto che aver vinto avendoli visti azzuffarsi con gli altri genitori .

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account