In particolare per i ragazzi, lo sport è un modo per sfogarsi, per non pensare alla scuola, per divertirsi e per passare del tempo con gli amici. Ogni ragazzo è contento di vedere il proprio genitore che lo sostiene durante una partita, perché gli dà più forza e sicurezza. Si sa che i tifosi più sfegatati sono sempre gli adulti, specialmente quando a giocare è il proprio figlio, perché vogliono che lui vinca ogni partita. Molte volte però, purtroppo, la situazione precipita. Sono infatti sempre più frequenti i casi in cui i genitori, in particolare i papà, finiscono per prendersi a mali parole e a spintoni sugli spalti, facendo addirittura intervenire, il più delle volte, i carabinieri. Spesso gli adulti non se ne rendono conto, ma i primi a risentirne sono appunto i ragazzi stessi che, non venendo rispettati in primo luogo dai propri genitori, come nel caso di una partita di calcio a Fiorano, in provincia di Modena, preferiscono smettere di giocare, sospendendo la partita. I ragazzi si dimostrano quindi molto più intelligenti e saggi dei loro genitori, i quali invece dimostrano di avere meno dell’età dei propri figli. Credo che se dovesse capitarmi di giocare una partita di qualsiasi sport e mio padre esagererebbe con il tifo non sarei assolutamente contenta, anzi anch’io smetterei immediatamente di giocare e mi arrabbierei con lui, perché non è con la prepotenza e con la violenza che si affrontano le cose.

0
Commenti
  1. maryscalzi 5 anni ago

    Ciao @melitichiara dalla redazione Menti in azione!
    Concordo con quello che hai scritto. Credo per

  2. mirantegiada 5 anni ago

    Ciao melitichiara . Sono anche io d’accordo sul fatto che i genitori debbano tifare per il proprio figlio , sempre per

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account