Sempre più spesso si verificano episodi infelici causati dal tifo esagerato dei papà durante gli eventi sportivi che coinvolgono i figli. Si tratta di situazioni davvero sconcertanti,almeno per me. Infatti mi arrabbierei se vedessi mio padre preso dal tifo, insultare arbitri,avversari o altri genitori. Lo sport è un qualcosa che va vissuto in tutta serenità e tranquillità, perciò non condivido gli atteggiamenti di quei genitori che non dimostrano affatto ai propri figli che lo sport è divertimento e unione e non solo competizione.
C’è da dire però che molti genitori sono coinvolti più di altri perché tentano di far raggiungere ai figli i risultati che loro, da giovani, non sono mai riusciti ad ottenere. O altri ancora che accompagnandoli agli allenamenti si impongono come allenatori personalizzati e vedono quindi nella vittoria dei figli una vittoria anche loro.
Importante è anche sottolineare che anche il disinteresse è un brutto segnale.
Bisogna quindi, come in tutte le cose, una via di mezzo fra un eccessivo e un passivo interesse .
Solo così genitori e figli potranno vivere in modo pacato lo sport!

0
1 Comment
  1. martinamaida 5 anni ago

    Innanzitutto bel lavoro,seppur breve, l’articolo

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account