Quante volte vi è capitato di assistere a delle partite di un qualsiasi sport e di vedere genitori che acclamano ed esaltano la bravura del proprio figlio?
Personalmente reputo che questo fatto stia diventando sempre più comune, come se nei padri (ma anche nelle madri) stesse nascendo un desiderio di mettere in luce il proprio bambino.
Se si cercano collegamenti con quanto sappiamo attualmente, si viene a conoscenza del fatto che molti adulti al giorno d’oggi stiano cercando un desiderio di riscatto per sé stessi, attraverso i figli.
Si tratta un po’ del discorso del papà che invoglia, o quasi manipola il bambino affinché nella vita svolga determinate attività, che spesso sono quelle dove egli ha fallito, o che gli sono state negate.
Il tifo dovrebbe servire a mio parere solo ed esclusivamente per far sentire anche il più grande dei ragazzi che si sta cimentando in un’attività qualunque (o sport che sia), apprezzato e soprattutto notato.
Quello di tifare per sé stessi, per la propria prole, la propria famiglia, è secondo me un impulso naturale che caratterizza il genere umano indistintamente. A seconda del carattere ognuno manifesta di più o di meno questo lato, ma se si percorrono le orme della civiltà e dell’equilibrio, senza lasciarsi trasportare dalla frenesia, questi problemi si vanno ad ovviare.
In conclusione tendo a ribadire che se ogni genitore dovesse trovarsi a fare un certo tipo di tifo, che metta a disagio il ragazzo, questo si potrebbe ripercuotere sul loro rapporto interpersonale. Vorrei dare un consiglio ai genitori troppo apprensivi che urlano il nome del proprio figlio come se fosse una divinità sulla terraferma: le abitudini possono essere sempre cambiate, anche se radicate nell’animo, o nel subconscio, l’importante è crederci, e fare un po’ il tifo per sé stessi!

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account