Negli ultimi anni sempre più adolescenti aderiscono a questi programmi di exchange; ma in cosa consistono veramente? Perché trascorrere mesi e mesi lontani da casa? Erasmus, creato recentemente dall’Unione Europea consente a questi intraprendenti studenti di entrare in contatto con altre culture e abitudini, studiando e maturando. Certamente per nessuno è facile lasciare il nido e imparare a volare in cieli sconosciuti senza nessuna guida, ma è appunto in questa lontananza da casa che si impara a badare a se stessi. Non bisogna pensare però che sia un programma per pochi eletti, anzi, Erasmus invita ad intraprendere questo cammino tutti coloro che sono vogliosi di imporre e curiosi di conoscere, con dei programmi creati su misura. Prima di arrivare a destinazione e fronteggiare questo viaggio, non solo si ha modo di contattare la famiglia ospitante tramite videochiamate e quant’altro, ma addirittura di scegliere la scuola frequentando le materie che si ritengono più adeguate. Cosa si aspetta allora? America, Australia, Inghilterra, Cina, Paesi Bassi, Nuova Zelanda e moltissimi altri Stati aspettano solo di essere scoperti ed apprezzati per la loro singolare bellezza e per tutto il grandissimo patrimonio culturale che hanno da offrire!
prima di fare un passo simile bisogna esserne certi, moltissimi studenti soffrono la lontana dalla propria routine, dai propri affetti e da tutto ciò che normalmente li circonda; non è sicuramente da sottovalutare la durata di questi soggiorni che variano dai tre mesi, a un solo semestre, fino ad arrivare all’anno intero.
Inoltre il programma exchange non coinvolge solamente gli studenti, ma anche coloro che vogliono fare esperienze lavorative o di volontariato.
Se ci si sente pronti a sottoporsi a questa bellissima prova, allora è il momento di fare i bagagli e partire, niente segnerà la vostra adolescenza come questa esperienza.
​​1

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account