Purtroppo molto spesso al giorno d’oggi sentiamo notizie sugli scontri a causa di partite di calcio.
Conosciamo molto bene gli episodi di risse dopo gare di serie maggiori, ma sottovalutiamo quelle tra le serie minori e le giovanili.
Si sa che il sogno dei genitori è quello di vedere i propri figli emergere dalle masse.
Molto spesso i genitori mantre guardano le partite dei propri figli si 2lasciano” andare un pò troppo.
Passando anche i limiti.
Offendendo arbitri,giocatori ,allenatori.
Questo non è spirito sportivo.
Secondo me ,bisogna incitare i propri figli o la propria squadra senza offendere l’altra.
Per un figlio ricee il tifo da parte dei genitori è una cosa fantastica ,se fatta onestamente,correttamente,in modo pacato.
Ma vergognosa,umiliante, se fatta con uno spirito che non è per niente sportivo.
Essere orgogliosi dei propri figli non vuol dire dover ridicolizzare o insultare i genitori di altri ragazzi, questo non è certo un buon insegnamento e va contro a tutti i principi dello sport che si battono per far fare ai ragazzi attività divertenti, sane e, soprattutto, di crescita personale e di gruppo.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account