Ogni giorno i mass media ci parlano di continui incidenti dovuti all’uso dell’auricolare da parte dei pedoni, quello più recente risulta essere quello del quindicenne travolto da un auto a Modena il 9 febbraio 2016. Dal 1993 in Italia è stata emanata una legge che vieta da parte degli automobilisti e dei ciclisti l’uso degli auricolari e, per chi viene “pizzicato”, rischia una multa da 160 euro. In alcuni Stati del mondo, invece, questa legge è valida anche per i pedoni che si trovano per strada non possono inviare messaggi né ascoltare musica. A parer mio sarebbe opportuno applicare questa nuova norma di sicurezza per i pedoni, così facendo si potrebbe ridurre o addirittura azzerare il numero di vittime per le strade italiane. Seppur so che è pericoloso amo trascorrere le mie giornate ascoltando buona musica a volume elevato, anche mentre percorro lunghi tratti di strada. Quello degli auricolari è un mondo perfetto, un mondo dove non esiste nessun tipo di male, un mondo dove nessuno ci può comandare né influenzare, un mondo in cui la musica la si gusta nella sua vera forma. Se mai un giorno, questa ipotizzata legge, dovesse essere emanata, da un lato ne sarei contento, ma sarei cosciente del fatto che ciò che amo di più della vita mi fosse vietato per buona parte della giornata.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account