Anche il mezzo che ha rivoluzionato le nostre vite, capace di mutare il nostro modo di fare di tutti i giorni, porta con sé degli aspetti negativi. Giovani e, sempre più, meno giovani sono, ormai, dipendenti dall’essere continuamente connessi. Ogni momento della giornata è segnato dall’uso del proprio smartphone. Ci si rivolge a lui per tutto, principalmente per “comunicare” con il mondo. Ormai tutti abbiamo profili sui social. Sono in molti a pensare che questo sia un problema degli adolescenti ma, secondo alcuni dati un adolescente su cinque (che equivale al 21 %) controlla il proprio telefono anche di notte mentre questa azione è svolta da un adulto su quattro (22 %). Io non sono un “dipendente del telefono “anche se mi assicuro sempre di averlo con me quando esco, ma certamente non mi sveglierei mai nella notte per andare a controllare il cellulare. Essendo anche molti adulti che presentano questo problema, è difficile farci aiutare, ma ognuno deve pensare per sé. Non resta altro che stare bene attenti e seguire i consigli degli esperti dandoci la possibilità di capire come difenderci dalle minacce del mondo, prima di ritrovarsi vittime.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account