Ormai siamo in un’epoca in cui chiunque ha uno smartphone, a partire dai più piccoli che spesso ricevono il cellulare addirittura alle elementari, cosa secondo me assolutamente esagerata perché bambini troppo piccoli non solo non hanno la capacità di comprendere a fondo tutte le funzioni del cellulare, ma potrebbero anche cadere vittime di delinquenti adulti sul web.
Il pericolo di incappare in malintenzionati però non è solo pericoloso per i bambini, ma anche e soprattutto per gli adolescenti e adulti, anche se questi ultimi usando un po’ di buon senso riescono a difendersi.
Come detto prima, sono gli adolescenti quelli più a rischio, non perché utilizzino di più il cellulare degli adulti, anche perché in certi casi è esattamente il contrario, ma perché sono quelli che si lasciano convincere più facilmente e, passando diverse ore al giorno attaccati al cellulare a volte anche nelle ore notturne, sono quelli che più probabilmente per esempio andrebbero a incontrare un completo sconosciuto che incontrato nel web.
Per far fronte a questa evenienza ritengo che non serva un eccessivo controllo dei genitori, che potrebbe risultare inutile dal momento che più si vieta una cosa a un adolescente più quello tenderà a farla, ma ritengo che basti il buon senso del ragazzo per evitare queste situazioni pericolose. Basta che il ragazzo faccia attenzione ai siti su cui si muove, alle persone di cui accetta l’amicizia e a quanto posta su di sé nei suoi profili.

0
1 Comment
  1. mikyreporter 5 anni ago

    Ottimo articolo, ho apprezzato molto perch

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account