Dipendenze pericolose, quelle che ci legano allo smartphone e dalle quali è difficile uscire.
I dati fanno spavento, e ho paura che le percentuali andranno ad aumentare, toccando vertici sempre più alti.
Quattro ragazzi su cinque visitano frequentemente siti pornografici, tantissimi altri spiattellano ogni informazione privata sul web e troppi non prendono nemmeno in considerazione l’idea di mantenere un po’ di privacy. E a niente sembrano servire i continui avvertimenti e ammonimenti, resta tutto uguale.
La rete può essere una piazza davvero pericolosa se non usata nella maniera corretta, è arrivato il momento di imparare a difenderci.
Per quanto mi riguarda, sto sempre attenta alla gente che scelgo di seguire sui social, e, se mi capita di conoscere qualcuno, mi assicuro prima di tutto che non si tratti di persone disoneste che stanno sempre alla ricerca di qualche minorenne da abbordare.
Non dipendo dal web, non mi sveglio nel cuore della notte per controllare lo smartphone, non assumo comportamenti spericolati.
Sono misurata, mai eccessiva.

0
1 Comment
  1. mikyreporter 5 anni ago

    Bellissimo articolo, ben scritto, scorrevole e molto piacevole da leggere.
    Ho apprezza il tuo stile e il tuo modo di approcciarti all’argomento trattato e l’ inserimento tra le righe anche della tua considerazione personale.

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account