Nel mondo d’oggi gli oggetti tecnologici hanno invaso prepotentemente le nostre vite e, in particolare, l’ordigno che ci accompagna quotidianamente e del quale ormai nessuno può fare a meno è il cosiddetto smartphone. Il cellulare occupa un posto fondamentale per tutti noi, è quell’oggetto senza il quale ci sentiremo persi e che abbiamo sempre a portata di mano: non c’è molto da dire, ormai anziani, adulti, bambini, chiunque ne possiede uno, ne diventa dipendente. Tutto ciò ha raggiunto livelli davvero preoccupanti, ad esempio, una persona su cinque si sveglia la notte per controllare il proprio smartphone, molte persone lo hanno sulle mani tutto il giorno, anche mentre fanno altre cose come mangiare e altri ancora lo prendono già da appena svegli: questo è il segnale evidente che c’è qualcosa che non va nel rapporto uomo-cellulare, la notte si deve dormire e non si deve pensare ai messaggini o a Facebook, e le cose che facciamo durante la nostra giornata dobbiamo viverle al massimo senza pensare ad altro. Io credo che tutti noi dobbiamo darci una regolata e staccarci per un po’ dal nostro telefono, anche se è difficile, perché se si continua così, la situazione potrà solo peggiorare e magari arriveremo a parlare con la persona che ci sta a fianco tramite dei messaggi. Guardando incessantemente uno schermo non ci accorgeremo più di ciò che abbiamo intorno nella vita vera e non ci renderemo più conto di quanto possa essere bello il mondo.

Tommaso Gratani

0
1 Comment
  1. mikyreporter 4 anni ago

    Bellissimo articolo, ben scritto, scorrevole e molto piacevole da leggere.
    Ho apprezza il tuo stile e il tuo modo di approcciarti all’argomento trattato e l’ inserimento tra le righe anche della tua considerazione personale.

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account