Moltissime persone oggi considerano il proprio cellulare importante quanto la loro vita, si svegliano di notte per controllare le chat e per rispondere ai messaggi, altri ancora spesso decidono di non uscire perché sono impegnati sui social, inoltre abbiamo visto spesso, nei ristoranti o nelle pizzerie , intere famiglie con il cellulare tra le mani nell’attesa dei piatti invece di parlare tra loro, quando invece sarebbe un ottimo momento per farlo.
Quindi questo non è un problema che riguarda solo i giovani ma anche gli adulti, secondo gli ultimi sondaggi 1 ragazzo su 5 si sveglia di notte per controllare il cellulare, mentre per quanto riguarda gli adulti 1 su 4, quindi è un problema che parte dagli adulti, ma se gli adulti sono dipendenti come faranno a non esserlo i loro figli?
Quasi tutti i bambini del futuro saranno dipendenti perché i genitori invece di coccolarli o di giocarci insieme, preferiscono restare con un cellulare tra le mani, magari lo danno anche ai figli per acquietarli.
La maggior parte degli adolescenti vive la propria vita sui social network, passandoci giornate intere, su questi social scrivono molte cose private e parlano con persone anche sconosciute, il mio consiglio è quello di accettare solo i veri “amici” ,non parlare e incontrare sconosciuti e di attivare tutto il possibile per garantire la privacy.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account