Siamo la generazione multitasking, adolescenti nati e cresciuti in un’era che ha introdotto nuove forme di socializzazione e di ricerca.
La domanda, però, è: il web è una risorsa di cui farne tesoro o un pericolo?
Ritengo che oggigiorno vi sia un abuso di tale strumento; noi ragazzi siamo connessi a tutte le ore del giorno e della notte a Facebook, Whatsapp, Twitter e qualsiasi altro social vada di moda.
Gli studi condotti dalla dottoressa Volpi attestano che gli sviluppi neurologici degli adolescenti di oggi sia più malleabile e plastico, tuttavia meno incline alla lettura e a qualsiasi altra attività che richieda concentrazione. In tal modo anche la memoria rischia di non essere più duratura e si ricade in un sistema che si affida ai motori di ricerca, ad esempio Google, i quali non richiedono sforzi particolari in quanto forniscono tutte le informazioni possibili con un semplice click.
Sostento inoltre che, nonostante internet sia un bene da sfruttare per tenersi costantemente aggiornati su eventi di ogni tipo, sia anche un pericolo per tutti noi, ragazzi e adulti. Tuttavia credo che l’esempio e il rigore dei genitori sia fondamentale: alcuni adulti affidano smartphone e tablet ai propri bambini senza prestare attenzione.
Per tale motivo, ritengo che l’abuso dei social o del web in generale non sia soltanto un problema nostro, in quanto noi siamo frutto dell’educazione dei nostri genitori e i loro stimoli sono importanti per la nostra crescita.

0
1 Comment
  1. mikyreporter 4 anni ago

    Bell’ articolo, ben scritto e molto scorrevole e piacevole da leggere. Hai saputo spiegare in poche parole il concetto principale dando anche un discreto tocco personale. Il titolo

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account