“Internet ci rende stupidi? La Rete sta cambiando il nostro cervello”. Queste le parole del giornalista americano Nicholas Carr, che racconta la sua esperienza nell’uso della tecnologia. Ho letto infatti un articolo in cui venivano riportate le sue idee ed io concordo in quanto secondo alcuni studi di neuroscienze il nostro cervello si modifica ogni qualvolta ci connettiamo o interagiamo in rete.
Il giornalista afferma pure che da quando naviga in rete ha il terrore di restare disconnesso: il suo cervello chiede di essere alimentato in continuazione. Questo è il cosiddetto “vamping” di cui sono “affetti” tutti coloro che controllano le mail, cliccano sui link, aggiornano i profili sui social network, controllano i messaggi sul telefonino. E’ la moda che arriva proprio dall’America ma anche in Italia sta contagiando tutti .L’esempio del giornalista ci fa capire che non solo i giovani usano compulsivamente i mezzi tecnologici ma anche gli adulti. Ed allora come ci si difende? Non è giusto instupidirci ,il nostro cervello deve riposare, ha bisogno di tempo per “rigenerarsi”. E’ l’unico che abbiamo e modificarlo in peggio è un grave errore.

0
Commenti
  1. ricanews 4 anni ago

    Articolo ben strutturato, scritto in modo chiaro e scorrevole. Hai presentato bene il problema che colpisce sempre pi

  2. nicotiri 4 anni ago

    Ciao,
    si sono completamente d’accordo. Diventa una schiavit

  3. mikyreporter 4 anni ago

    Bellissimo articolo, ben scritto, scorrevole e molto piacevole da leggere.
    Ho apprezza il tuo stile e il tuo modo di approcciarti all’argomento trattato e l’ inserimento tra le righe anche della tua considerazione personale.

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account