Nuove parole.
Vamping: come i vampiri girano di notte, gli adolescenti si svegliano e si manifestano con il buio sugli smartphone e sui social. Un ragazzo su cinque risulta online anche di notte per controllare il cellulare.
Nomofobia: paura di restare senza cellulare.

Parole adatte ai giovani di oggi, alla nostra generazione.
Gli oggetti tecnologici hanno invaso le nostre vite con molta prepotenza, andando a sostituire qualsiasi cosa. Quello che prima era fondamentale ora è al secondo posto. Al primo c’è lo smartphone, l’oggetto che accompagna tutti in tutto. Ovunque tu vada, non puoi fare a meno di vedere gente con gli occhi e lo sguardo concentrati su questo luminoso schermo rettangolare, muovendo anche le dita.
Esso è tutto per i ragazzi di oggi e, quando si rompe e non funziona più, inizia la paura, sale l’ansia e si sentono persi. Sembra che manchi loro una parte di se stessi, anzi, è proprio così perché fa parte della loro vita.
Privacy e amici sembrano essere abbastanza per ingannare i giovani e farli cadere nell’errore, nel pericolo. Pubblicano informazioni riservate visibili a tutto il mondo, andando a eliminare la propria privacy. Gli amici sono virtuali, non più quelli che si conoscono di persona.
Tutto questo perché non mettono neanche un minimo di attenzione.
Mantieni la tua privacy. Scegli gli amici in rete con attenzione. Fai attenzione alla tua immagine e a quello che pubblichi perché parlerà di te oggi e anche domani, sempre.

0
1 Comment
  1. mikyreporter 5 anni ago

    Bellissimo articolo, ben scritto, scorrevole e molto piacevole da leggere.
    Ho apprezza il tuo stile e il tuo modo di approcciarti all’argomento trattato e l’ inserimento tra le righe anche della tua considerazione personale.

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account