In occasione del Safer Internet Day 2016 , la Giornata mondiale per la sicurezza in rete, istituita e promossa dalla Commissione Europea, che si è celebrata i primi di febbraio, in contemporanea, in oltre 100 nazioni di tutto il mondo, si è discusso in modo ampio e approfondito sulla sicurezza nell’uso del cellulare e del mondo dell’Internet. Purtroppo i dati emersi sono chiari e suscitano qualche motivo di apprensione: 1 ragazzo su 5 si sveglia durante la notte per controllare il proprio smartphone, soprattutto per controllare i messaggi. Si penserà che la situazione sia così critica solo in campo giovanile, considerata la cattiva reputazione che costoro si portano dietro, cioè quella di essere costantemente dipendenti dal cellulare; ma, in verità, sono anche gli adulti ad essere ossessionati dall’uso integrato di pc, tablet e cellulare. Infatti, un adulto su 4 passa la notte in bianco per controllare i contatti sul proprio telefonino. Sul web, sono presenti numerosi siti e social di qualsiasi genere, liberamente accessibili a tutti: molti ragazzi, spesso, ne visitano alcuni, molto pericolosi, che possono trasformare la loro esistenza in un vero e proprio incubo.
Il soggetto dipendente dall’uso ossessivo degli strumenti di connessione di rete finirà, inevitabilmente, col soffrire di seri disturbi fisici e mentali, che nuoceranno gravemente alla sua salute. La nomofobia rappresenta la “new entry” nelle paure del nostro tempo, e sta ad indicare la paura sproporzionata di rimanere senza contatto col cellulare, al punto da provare effetti fisici del tutto simili a veri e propri attacchi di panico. Affinchè l’utilizzo del cellulare non diventi una vera e propria dipendenza patologica, bisogna ridimensionarne l’uso. Attraverso un controllo più attivo da parte dei nostri genitori e anche con un po’ di consapevolezza e buon senso, potremmo evitare quella nociva forma di “assuefazione” da Internet e anche dal nostro smartphone.

0
1 Comment
  1. mikyreporter 3 anni ago

    Bellissimo articolo, ben scritto, scorrevole e molto piacevole da leggere.
    Ho apprezza il tuo stile e il tuo modo di approcciarti all’argomento trattato e l’ inserimento tra le righe anche della tua considerazione personale.

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account