Negli ultimi tempi, sicuramente, la tecnologia ha cambiato il nostro modo di vivere, sia in meglio che in peggio. Di aspetti positivi ce ne sono molti, come la facilità che abbiamo nel comunicare con persone anche molto distanti, tra quelli negativi, probabilmente, il peggiore è la pericolosità di internet. Infatti, in rete si può trovare veramente di tutto e questo può essere pericoloso, soprattutto per i bambini e per gli adolescenti. Una soluzione potrebbe essere quella di inserire nei computer, nei cellulari e in qualsiasi altro strumento capace di accedere ad internet, dei filtri che blocchino i contenuti inappropriati.
Per quanto riguarda i social network, è vero che il nostro profilo è come un biglietto da visita della nostra persona, perchè da una prima impressione su di noi, su quello che facciamo e sulla gente che frequentiamo. Io personalmente sto sempre attento ad impostare il massimo grado di privacy, che è un ottimo modo di “proteggersi” e, comunque, non utilizzo molto i social network.
Il fenomeno del vamping, invece, si pensa sia più un problema dei giovani, ma come dimostrano i dati è più frequente negli adulti. Mi è capitato certamente qualche volta, di stare sveglio un po’ per giocare, chattare, o guardare qualche video su YouTube, ma non mi è mai successo di svegliarmi di notte per controllare le notifiche. Questo anche perchè prima di andare a dormire spengo il cellulare.
In conclusione, penso che internet e la tecnologia in generale, ci offrirà con le sue potenzialità una vita più semplice e più comoda sotto certi aspetti, ma non bisogna diventare schiavi di un cellulare e si deve sempre stare molto attenti all’ uso che si fa di esso.

1 Comment
  1. mikyreporter 7 anni ago

    Bellissimo articolo, ben scritto, scorrevole e molto piacevole da leggere.
    Ho apprezza il tuo stile e il tuo modo di approcciarti all’argomento trattato e l’ inserimento tra le righe anche della tua considerazione personale.

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2023 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account