Ormai la tecnologia è parte integrante della nostra vita ed è difficile farne a meno. Tutti si stanno adeguando ad uno stile di vita sempre connesso, ma non bisogna lasciarsi trasportare e usare in modo inadeguato i nuovi strumenti che ci semplificano la vita. Questo è un problema di cui molto spesso si è sentito parlare e che viene sempre e costantemente associato agli adolescenti, che sembrano essere stati resi schiavi, tanto da pensare che sia una vera e propria dipendenza; a quanto pare, però, è stato provato che le vittime principali di questa dipendenza non siamo noi adolescenti, bensì gli adulti. Uno dei fenomeni legati all’accesso incontrollato ai siti internet è il vamping, ovvero l’accesso ai social, o comunque ad internet, nelle ore notturne. Dei dati statistici dimostrano che un adolescente su cinque e un adulto su quattro, appunto, usano il telefono fino a notte fonda: questo sfata il luogo comune, per cui solo gli adolescenti sarebbero dipendenti dalla tecnologia. Affinché l’utilizzo del cellulare non diventi una vera e propria dipendenza patologica, bisogna ridimensionarne l’uso. Attraverso un controllo più attivo da parte dei genitori e anche con un po’ di consapevolezza e buon senso, si potrebbe evitare la crescente, nociva, forma di “assuefazione” da Internet e anche dal nostro smartphone.

0
1 Comment
  1. mikyreporter 4 anni ago

    Ottimo articolo, ho apprezzato molto perch

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account