“Oggi la gente di uno stesso condominio non si conosce e,se si incontra in ascensore,non si parla.Poi su Facebook pubblica tutte le sue foto e racconta di tutto a tutto il mondo” dice Enrico Brignano.
Mi trovo pienamente d’accordo con l’attore perchè credo che internet condizioni enormemente la vita dell’uomo al giorno d’oggi.
E’ sconcertante,ma sono più di settecento milioni gli utenti registrati sulla tanto famigerata piattaforma sociale.
Facebook,come tutti i social,rappresenta un pericolo oscuro e il motivo è,oserei dire,lapalissiano.
Utilizzo il social in questione spesso,però preferisco non farne un catalogo virtuale proprio perchè conosco una moltitudine di rischi in cui potrei imbattermi.
I miei genitori non hanno mai controllato il mio profilo,né la mia lista di amici.
Il nostro è un rapporto che si basa sulla fiducia reciproca.
Considerando ciò,penso che da questa “connessione pericolosa” riuscirei a difendermi anche da sola,tuttavia non mi sento pronta a mettere la mano sul fuoco.

0
1 Comment
  1. mikyreporter 5 anni ago

    Mi piace moltissimo il modo in cui hai deciso di affrontare l’argomento, lo stile

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account