Nulla è sicuro, tantomeno il web. Ad esempio, basta mettere una foto su Instagram o Facebook e già si è registrati sul web. Anche per un solo commento, il web sa già chi sei e non c’è più via di scampo. Quindi, se una persona digita il tuo nome per vedere chi sei, apparirà una schermata con le tue foto e altre indicazioni. Tutto quello che si scrive, commenti o immagini, viene pubblicato e fa capire chi sei; in pratica, un biglietto da visita con nome, cognome, dove abiti, quanti anni hai e tante altre informazioni private. La sicurezza sul web è molto importante e, se si vuole rimanere il più possibile anonimi, non bisogna neanche mettere una propria foto nell’immagine del profilo e come nome utente scriverne uno diverso dal proprio. Quali sono le insidie più comuni sul web? Sono il furto d’identità, il cyberbullismo, le violenze sessuali online: colpiscono i più giovani e i più indifesi, ma possono capitare anche agli adulti, soprattutto se inesperti nel mondo digitale. Oggettivamente, comunque, riconoscere una minaccia online non è facile: hacker e malintenzionati sono bravi e riescono facilmente a truffare coloro che si connettono su internet. Pur essendo molto difficile difendersi, si potrebbe chiedere aiuto ai propri genitori oppure a quegli esperti che lavorano ogni giorno, per provare a risolvere gli insidiosi problemi nati contestualmente allo sviluppo del web.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account