La disparità di genere nel mondo del lavoro è persistente poiché le donne si trovano spesso ad affrontare sfide come la discriminazione salariale, la mancanza di opportunità di avanzamento e la sottovalutazione delle loro capacità. Queste situazioni coinvolgono soprattutto le donne che dopo il periodo di gravidanza vorrebbero rimettersi in gioco e assumere nuovamente un ruolo professionale con la società dopo un lungo periodo dedicato alla propria famiglia. Non a caso la maternità, poiché è vista ancora come un ostacolo della carriera femminile dà adito a possibili discriminazioni o a percezioni negative legate alla gravidanza o alla genitorialità. 

Il governo italiano per tutelare i diritti delle donne ha adottato diverse iniziative che promuovono l’uguaglianza di genere e vietano la discriminazione sul luogo di lavoro, realizzando politiche volte a favorire l’equilibrio tra lavoro e vita familiare. 

Ma nonostante ciò, nel mondo reale le situazioni sembrano ben diverse. Spesso si fa riferimento allo stereotipo della donna in quanto incapace di comprendere e gestire situazioni complesse, ad esempio sul piano politico. Infatti la scarsa delle donne in posizioni di leadership e decisionali è dovuta soprattutto ad un pensiero radicale e conservatore che limita lo sviluppo e il progresso dell’avanzamento professionale delle donne. Ed è proprio questo fattore che impedisce alle donne di raggiungere posizioni migliori all’interno delle organizzazioni, aziende e società di lavoro.  Perciò le donne sono obbligate a impegnarsi molto di più rispetto agli uomini e mostrare delle competenze che alcune volte vanno al di là di quelle necessità richieste affinché si possa ottenere il posto di lavoro o l’opportunità desiderati. 

Anche se i diritti delle donne sono tutelati dal governo, secondo i dati raccolti, i ruoli di lavoro offerti alle donne sono molto di meno rispetto a quelli degli uomini. Quindi ogni Paese dovrebbe impegnarsi nel revisionare e migliorare le condizioni di lavoro delle donne, evitando ulteriori discriminazioni e creando un ambiente di lavoro più inclusivo, equo e rispettoso delle diversità di genere.

0 Comments

Leave a reply

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account